Patata al Forno

Ideal per accompagnare molti piatti !!!!! Prendere una bella patata e lavarla bene…. tagliarla a meta’ e metterla in forno, avvolta nella stagnola, dopo avergli mezzo un pezzettino di burro, sale,pepe ed un po’ di prezzemolo…. Lasciare in forno per quasi un’ora, dipende dalla grandezza della patata!!!!! Ottima!!!!!!!

Continue Reading

Asparagi Verdi

Non perdiamoci  in questo momento della primavera questa prelibatezza.. devono essere verde intenso.. Il gusto un po zuccherino..meglio se cotti al vapore , al dente ! Ottima una frittata con le punte o un risotto.. condimento per una pasta… perfetti per la dieta ed eleganti nella tavola per accompagnare qualsiasi piatto.. In Francia, l’asparago verde di Vaucluse e’ una squisitezza !!!

Continue Reading

Il Presepe


Per me non c’e Natale senza Presepe!Inizio il primo di gennaio liberando lo spazio( 2 m x1,80) ! Poi  comincio con la struttura fatta dalla capanna e cassette o ceste capovolte ,che una volta rivestite di carta “rocciosa” rappresentano le montagne! Spargo qua e le casette, dentro le quali faccio assare ll filo dell’illuminazione(accuratamente nascosto )!   Quando  il progetto morfologicamente mi piace, inizio a creare dei piccoli quartierini spargendo un po’ di farina da polenta, dei sassolini e del muschio  :la zona grotta con la Madonna,Giuseppe,il bue e l’asinello,pastori adoranti con relativi animali….la zona mercato ,della frutta e verdura,de pesce, della carne….Ogni anno arrichisco  con nuovi dettagli e figuranti( il top per trovarli e’ il quartiere spaccanapoli a Napoli) … aggiungere anche una capretta mi da gioia . Ogni giorno sistemo qualche dettaglio o rifaccio un rioncino.. dicendo una preghiera….. Ecco questo e’ il mio modo per prepararmi alla grande festa del S.Natale .

 

Continue Reading

Una mela al giorno……..

Una nuova ricerca condotta nella Montana State University nel Dipartimento di Immunologia e Malattie Infettive diretta dal dott.David Pasqual e pubblicata sul “Journal of Leukocyte Biology” ci riporta al famoso proverbio che suggerisce di consumarne una al giorno  per toglierci di torno il medico.E,su quanto i detti abbiano a volte valore indiscusso,non vi e’ dubbio:nel caso della mela dobbiamo assolutamente comprendere anche la buccia!La ricerca dimostra che il consumo quotidiano del frutto intero puo’rivelarsi utile nel prevenire i disturbi legati alle infiammazioni intestinali,compresi colite ulcerosa,morbo di Crohn ed altre malattie autoimmuni.L’esperimento e’ stato condotto su colite indotta chimicamente in topolini da laboratorio:il gruppo trattato con polifenoli,cosi’ chiamata la famiglia di sostanze protettive presenti nella buccia di mela,non sviluppava colite,aveva un minor numero di cellule T attivate(agenti immunitari attivatori dell’infiammazione)quando non fossero in grado di reprimere direttamente le citochine pro-infiammatorie(agenti responsabili dello scatenarsi dell’infiammazione).L’interpretazione plausibile di tali risultati porta alla conclusione che l’azione dei polifenoli contribuisca all’eliminazione della cellule T o alle cellule di relutamento, impedendo cosi’ a queste ultime di attaccare l’organismo.In conclusione,la mela intera puo’ essere un rimedio altamente’ efficace da risultare un ottimo complemento alle terapie convenzionali nei soggetti ammalati ed ancora una volta si mette in evidenza come il comprendere quotidianamente porzioni di frutta nella dieta possa funzionare benissimo per il mantenimento della buona salute.Laura Grigoletto   

Continue Reading