Sindrome del cappellaio matto! (part one)

Dopo l’introduzione del mercurio nella manifattura dei cappelli nel XVII e XVIII secolo,l’avvelenamento da mercurio divenne estremamente comune tra i cappellai dell’Inghilterra Vittoriana;una soluzione contenente mercurio era infatti comunemente usata nel processo di  trasformazione della pelliccia in  feltro che ,anche a causa della cattiva ventilazione dei locali dell’epoca,era accidentalmente inalata come vapore tossico dai poveri cappellai incosapevoli.I vapori di mercurio causavano  confusione mentale,tremore, perdita di coordinazione,di denti e di memoria;disturbi comportamentali, quali eccessiva timidezza ,diffidenza,vergogna,perdita di autostima,ansieta’,erano inoltre molto comuni tra gli appartenenti a tale categoria.Nella medicina moderna questa lista di sintomi(a seconda della gravita’) porterebbe a diagnosi come demenza,depressione e fatica cronica.In ogni caso,la sintomatologia era all’epoca conosciuta come la Sindrome del Cappellaio Matto :  l’esposizione cronica al mercurio  portava  alla morte.Possiamo immaginare perfettamente cosa Lewis Carrol avesse in mente creando il personaggio del Cappellaio Matto in  “Alice nel Paese delle Meraviglie” nel1865!…Ma…..e al giorno d’oggi?I cosiddetti metalli pesanti come arsenico,cadmio,mercurio sono largamente presenti nell’ambiente.Il Mercurio e’ attualmente la seconda piu’ comune causa di avvelenamento da metalli pesanti a ragione della larga industrializzazione che ne ha portato maggior esposizione e, conseguentemente,tossicita’.La prima cosa da capire e’ se si e’ un soggetto a rischio,cioe’ ad esempio con otturazioni dentali in amalgama,oppure un soggetto a rischio lavorativo (a contatto con  catalizzatori costituiti da metalli pesanti come parte di processo- ad esempio manufatturiero),oppure soggetto che consuma elevate quantita’ di sciroppo di glucosio-fruttosio(comunissimo negli USA e utilizzato come additivo alimentare dolcificante),soggetto grande consumatore di pesce ( sopratutto tonno,pescespada,verdesca,squalo) o soggetto ampiamente vaccinato (i vaccini contenevano sale di mercurio fino al 2008).Se appartenete ad una di queste categorie,toglietevi la curiosita’ e leggete la “Part Two”!!! Laura Grigoletto 

Share

You may also like